ARCHIVIO PROGETTI 2009-2010

IL CUORE DELLA CITTÀ NEL CUORE DELLA CITTÀ

Incarico dalla Provincia di Verona per la stesura di un Progetto per la realizzazione di un Centro Espositivo, Artistico e Culturale nella Loggia di Frà Giocondo.

La Loggia di Frà Giocondo (detta anche "Loggia del Consiglio") è situata nel cuore della città di Verona a pochissimi metri da Piazza delle Erbe, posta sul lato settentrionale della piazza dei Signori, adiacente al palazzo di Cangrande e dal lato opposto al palazzo della Ragione. Da molti ritenuta ‘la più splendida e geniale affermazione del Rinascimento a Verona’, esclusivamente al piano superiore ospita le sedute del Consiglio dell’Amministrazione Provinciale. Il progetto intende mettere a disposizione di tutti gli operatori culturali ed istituzionali del territorio una struttura atta a costruire un percorso per il rispetto delle identità nazionali e locali, contestualizzandolo nella prospettiva di un'autentica uniformità dei futuri intenti culturali. La struttura da realizzare si proporrà quindi come centro espositivo, artistico e culturale, con obiettivi di eccellenza artistico-culturali, condivisione di informazioni e conoscenze, anche attraverso l’interscambio di percorsi transnazionali con una prospettiva globale dell’educazione, atta a contribuire allo sviluppo e alla crescita della persona, come individuo assolutamente integrato, quale membro di un tessuto sociale consolidato.

Il Castello Dei Sogni

Incarico dal Comune di Sanguinetto per la stesura di un Progetto di realizzazione di un Centro culturale, di un Centro di Orientamento e Formazione nel Mondo Artistico e Culturale e del Museo del Paesaggio Agrario di Pianura nel Castello di Sanguinetto.

Il Castello fortificato, di notevole pregio artistico e storico, sede del Municipio e vanto dei cittadini, è una struttura che ospita attualmente numerosi eventi artistico-culturali di grande pregio, ma che potrebbe essere ulteriormente valorizzando proponendo attività d’eccellenza altamente innovative che lo rendano punto di riferimento per la popolazione residente sul territorio. A tale scopo, è stato ideato un Progetto che consenta di creare al suo interno un Centro Culturale, un Centro di Orientamento e Formazione nel Mondo Artistico e Musicale che contribuisca alla internazionalizzazione delle competenze, mettendo in rete tra loro i distretti di pertinenza e il Museo del Paesaggio Agrario e di Pianura.

Il Castello fortificato, di notevole pregio artistico e storico, sede del Municipio e vanto dei cittadini, è una struttura che ospita attualmente numerosi eventi artistico-culturali di grande pregio, ma che potrebbe essere ulteriormente valorizzando proponendo attività d’eccellenza altamente innovative che lo rendano punto di riferimento per la popolazione residente sul territorio. A tale scopo, è stato ideato un Progetto che consenta di creare al suo interno un Centro Culturale, un Centro di Orientamento e Formazione nel Mondo Artistico e Musicale che contribuisca alla internazionalizzazione delle competenze, mettendo in rete tra loro i distretti di pertinenza e il Museo del Paesaggio Agrario e di Pianura.

LA FABBRICA DELLE CULTURE

Incarico dal Comune di Monteforte d'Alpone per la stesura di un Progetto per la realizzazione di un Centro Culturale, di un Centro di Orientamento e Formazione sulla Cultura Internazionale del Settore Vitivinicolo, e del Museo Nazionale della Cultura Vitivinicola all’interno del Palazzo Vescovile di Monteforte d’Alpone.

L’Amministrazione Comunale di Monteforte è pienamente cosciente delle grandi potenzialità che offre il proprio territorio e della bellezza del suo Palazzo Vescovile, posto al centro della vita culturale cittadina, che attualmente offre già alcuni importanti eventi artistici e culturali, ma che potrebbe essere ulteriormente valorizzato attraverso la creazione di un importante Centro Culturale dedicato al mondo artistico-musicale, di un Centro di Orientamento e Formazione sulla cultura internazionale del settore vitivinicolo, per contribuire alla globalizzazione delle conoscenze e mettere in rete tra loro i distretti di pertinenza e del Museo Nazionale della cultura vitivinicola, in grado di rappresentare la cultura, la storia e la valenza europea, unanimemente riconosciuta, della vitivinicoltura del territorio veronese, veneto e nazionale.